Inserimento delle Geometrie dei conduttori da simulare


Nell'inserimento delle geometrie dei conduttori oggetto di simulazione, SELF3D permette varie possibilità.

  • Utilizzo di una finestra di inserimento con la possibilità, per gli elettrodotti aerei, di caricarsi le tipologie di tralicci da una libreria interna a SELF3D.
  • Utilizzo di una finestra di inserimento grafica per l'introduzione di conduttori a forma di catenaria. Essa è utilizzabile nel caso di elettrodotti aerei
  • Utilizzo di una finestra di inserimento grafica per l'introduzione di conduttori rettilinei. Essa è utilizzabile per l'inserimento di elettrodotti interrati, o per qualsiasi inserimento di geometrie scomponibili in un insieme di conduttori rettilinei
  • Disegno di conduttori di qualsiasi forma in ambiente CAD. Questo è permesso da uno script (self3d-CAD) fornito in bundle con SELF3D.




Nel primo caso otteniamo la seguente finestra di inserimento


Figura 1: Finestra di inserimento elettrodotti aerei tramite libreria interna a SELF3D




Nel secondo caso otteniamo la seguente finestra di inserimento


Figura 2: Finestra di inserimento per tre conduttori a catenaria




Nel terzo caso otteniamo la seguente finestra di inserimento


Figura 3: Finestra di inserimento per 3 conduttori rettilinei




Nel quarto caso, come detto, è possibile disegnare in ambiente CAD dei conduttori di qualsiasi forma. Questi conduttori vengono quindi esportati in SELF3D con lo script self3d-CAD. La scelta di permettere l'interazione di SELF3D con l'ambiente CAD nasce dalla volontà di sfruttare le enormi potenzialità dello stesso CAD in termini di creazione, modifica e gestione di entità. Queste potenzialità non sarebbero neanche ipotizzabili nel caso in cui si fosse scelto di dotare SELF3D di un ambiente di disegno integrato di tipo "CAD-like".


Figura 4: Funzionalità dello script self3d-CAD



In questo modo è possibile, ad esempio, rappresentare i conduttori di una sottostazione elettrica, piuttosto che un insieme di conduttori sia a catenaria che rettilinei rappresentanti la situazione in corrispondenza di una discesa "linea aerea"->"linea interrata" relativa ad un "palo gatto", e così via.



Figura 5: Conduttori (nero) di una sottostazione elettrica ed isolinea (rossa) dell'induzione magnetica da essi generata






Figura 6: Cavidotto interrato (nero) con una accentuata curvatura tra due tratte rettilinee. In rosso l'isolinea a 3 micro Tesla simulata da SELF3D.



Una volta introdotti in SELF3D i conduttori, indipendentemente dalle 3 modalità testè evidenziate (le quali possono essere utilizzate anche contemporaneamente), essi costituiscono un Progetto SELF3D, fattibile di essere simulato con tutte le modalità di calcolo che il software dispone. Tutti i conduttori, inoltre, possono essere visualizzati in un visualizzatore interno a SELF3D, come di seguito esemplificato:


Figura 7: Conduttori di due catenarie ed una linea rettilinea nel visualizzatore interno di SELF3D