Analisi dei Risultati: Il Visualizzatore interno


La prima possibilitÓ inerente l'analisi grafica dei risultati delle simulazioni, la quale permette giÓ un buon grado di indipendenza per la maggioranza dei casi, Ŕ l'utilizzo di un visualizzatore interno. SELF3D, a tal fine, utilizza il motore grafico GNUPlot. Esso Ŕ un modulo grafico, assai evoluto, utilizzato frequentemente in ambito di ricerca per la visualizzazione professionale di dati scientifici.

Con questo modulo grafico Ŕ possibile sia la visualizzazione delle sole isolinee dell'induziona magnetica (utile al fine di indagarne la conformazione spaziale), sia la loro contestualizzazione attraverso l'importazione di mappe.
Prendendo in considerazione proprio quest'ultimo caso, che sicuramente rappresenta quello pi¨ significativo al fine di contestualizzare le simulazioni effettuate, di seguito vediamo un immagine rappresentante l'uscita del visualizzatore interno nel caso di sovrapposizione delle isolinee derivanti da una simulazione multipiano ad una mappa del territorio (prelevata dal geoportale nazionale, in particolare, dal SIT.Puglia):





Figura 1: Output generato nel visualizzatore interno e relativo a una simulazione multipiano (con i conduttori in nero) sovrapposta ad una mappa



Di seguito vediamo invece, sempre nel visualizzatore interno, ma impostato in modalitÓ map color, tre isolinee (associate ai valori 3,6 e 10 micro Tesla) calcolate su un piano orizzontale:



Figura 2: Output generato nel visualizzatore interno e relativo a tre isolinee su un piano orizzontale



Infine, sempre in modalitÓ map color, una simulazione su un piano verticale sovrapposta al profilo degli edifici lungo il piano stesso. In questo caso il piano taglia una sezione che interessa le campate di due linee elettriche parallele a terna piana (di cui, quella a destra, formata da conduttori pi¨ distanziati, con conseguente isolinea maggiormente estesa).



Figura 3: Output generato nel visualizzatore interno e relativo a due isolinee verticali sovrapposte al profilo degli edifici